Cucina a vista: i pro e i contro

Stai pensando di ristrutturare casa e stai riflettendo sull’opportunità di realizzare una cucina a vista? Vediamo insieme i pro e i contro di questa soluzione.
Cucina

La cucina è il cuore della vita della vita domestica. È uno dei luoghi in cui si riunisce quotidianamente la famiglia, è una delle zone più vissute e frequentate di una casa. Proprio per questo, la cucina è uno degli ambienti domestici che negli ultimi anni è mutato più radicalmente, tanto dal punto di vista delle funzionalità, che del design. Cambiano le abitudini e gli stili di vita, cambia di conseguenza anche il nostro modo di concepire la cucina. Se un tempo le cucine erano un luogo chiuso, in molti casi angusto, separate dalla sala pranzo, oggi diventano il luogo di socialità per eccellenza, dove mangiare cucinare, guardare la televisione e scambiare quattro chiacchiere. Stai pensando di ristrutturare casa e stai riflettendo su una cucina a vista? Analizziamo insieme i pro e i contro.

Cucina a vista: i vantaggi

La cucina a vista è sicuramente una scelta di grande tendenza. La cosa offre infatti numerosi vantaggi:

  • Uno dei vantaggi principali di questa scelta è dato dal guadagno di spazio. Le case oggi diventano più piccole, soprattutto in città. Abbattere i muri della cucina è un modo molto funzionale di recuperare spazio, creando un ambiente ampio, libero da barriere e da altri impedimenti strutturali. Godere di questa estensione permette di personalizzare al meglio la stanza, offrendo maggiore libertà nell’arredo e nella gestione degli spazi.
  • Creare un unico spazio che comprende cucina e living favorisce senza dubbio la socializzazione e crea un forte senso di comunità all’interno della casa. Chi prepara il cibo, infatti, non è più relegato in una stanza, ma è al centro dell’abitazione. Dai fornelli si può relazionare direttamente a chi è a tavola, o a chi è comodamente seduto in poltrona. La mamma e il papà che cucinano possano guardare i figli che giocano, o che fanno i compiti. Tutti possono interagire e l’atmosfera di convivialità che si crea non ha pari. La cucina a vista è l’ideale per le famiglie, per chi ama le feste e le grandi cene. I più bravi in cucina, inoltre, potranno stupire gli ospiti con la loro abilità ai fornelli.

Cucina a vista: gli svantaggi

Non tutte le case sono strutturalmente progettate per una cucina a vista. È necessario fare una valutazione strutturale con un tecnico per comprendere quanto sia effettivamente conveniente creare un open space che comprenda cucina e living. Bisogna inoltre tenere a mente alcuni fattori:

  • La cucina è un ambiente molto vissuto, che tende al disordine. Scegliendo una cucina a vista, tutti vedranno lo stato in cui versa la stanza. Quindi niente pile di piatti abbandonati nel lavandino, o pentolame sporco lasciato in bella vista. Una cucina open space deve essere sempre in ordine.
  • Gli odori e i vapori della cucina restano nell’ambiente. In alcuni casi finiscono per impregnare i tessuti, ad esempio tappezzerie, tende e divani.
  • In cucina non di rado si utilizzano elettrodomestici e strumenti rumorosi. Un frullatore, un forno, una cappa aspirante o una lavapiatti in funzione possono disturbare altre attività domestiche. Chi sceglie una cucina a vista dovrebbe optare per elettrodomestici il più possibile silenziosi.

Una via di mezzo è possibile?

Chi volesse abbandonare la vecchia cucina, ma allo stesso tempo non è del tutto convinto di una soluzione open space, può scegliere un’opzione ibrida. Ad esempio, si può puntare su un muretto che divide la cucina dal resto dell’ambiente. Un’ottima idea può essere anche quella di separare cucina e living con vetrate trasparenti, magari privilegiando le porte scorrevoli. In questo modo si otterrà continuità visiva tra cucina e living, ma allo stesso tempo una separazione degli spazi molto funzionale, che ostacola i rumori e la propagazione di vapori quando si è ai fornelli.

Una cucina disegnata su misura per te

Non da ultimo, bisogna riflettere anche sulle proprie inclinazioni. C’è chi vede la cucina come il centro della casa e ama cucinare circondato da altre persone, bevendo buon vino, guardando la televisione o ascoltando musica con coinquilini e familiari. Altri vedono invece la cucina come un luogo riservato, in cui rilassarsi e cercare pace, un “laboratorio alchemico” separato dal resto della casa. Non esistono regole universali di vivere la casa, non ci sono soluzioni valide per tutti: ogni casa deve essere disegnata sulle necessità e sulla personalità di chi la abita. Per questo, prima di procedere con la ristrutturazione di un ambiente è fondamentale consultare esperti professionisti in grado di interpretare al meglio le tue necessità. Non esitare, contattaci subito per un sopralluogo gratuito e senza impegno.

Photo Credits:
Foto di Rickson93 per Wikimedia

Lascia un commento

Ultime dal nostro blog