Ristrutturare i pavimenti: demolire o rivestire la vecchia pavimentazione?

Come ristrutturare la pavimentazione di un'abitazione attraverso la demolizione o il rivestimento della vecchia superfice.

Il pavimento è uno degli elementi più importanti di un’abitazione. Il suo aspetto può trasformare completamente l’estetica di un ambiente. È il grande fondale su cui fissare l’estetica della casa, e non solo. Abbiamo un rapporto molto concreto con il pavimento su cui camminiamo ogni giorno. I materiali che lo compongono e gli impianti che ne sono al di sotto determinano sensibilmente la nostra esperienza della casa. Inoltre, il rifacimento della pavimentazione può rivelarsi un evento particolarmente invasivo, dal momento che necessita lo sgombero completo della zona in cui si interviene. Per queste ragioni, il rifacimento del pavimento è una fase cruciale di ogni progetto di ristrutturazione, da valutare sempre accuratamente insieme a un tecnico esperto.

Prima di prendere qualsiasi decisione bisogna fare delle considerazioni: qual è il budget previsto per la ristrutturazione? In che stato è il pavimento da ristrutturare? Quanto tempo impiegheranno i lavori? Per rispondere in modo certo a queste domande serve un tecnico specializzato che svolgerà un accurato sopralluogo dell’immobile. Bisognerà valutare attentamente anche lo stato degli impianti che sono sotto la pavimentazione. A questo punto si affronterà la grande domanda: demolire o rivestire il vecchio pavimento?

Demolire la vecchia pavimentazione: pro e contro

Se sotto la pavimentazione vi sono impianti ormai vecchi e usurati, la demolizione diventa una scelta diventa obbligata. Occorrerà demolire totalmente o parzialmente il pavimento, poi anche il massetto, in modo tale da permettere la posa in opera di impianti più moderni e funzionali. L’operazione è sicuramente invasiva e ha costi da considerare con attenzione. Tuttavia, una ristrutturazione radicale può rappresentare una grande opportunità per riqualificare l’immobile e un ottimo investimento sotto molti punti di vista. Molto spesso, infatti, è necessario intervenire sul massetto sottostante per renderlo idoneo alla posa del nuovo pavimento. In questi casi si interviene anche sulla posa di uno strato di isolamento acustico, o di un nuovo sistema di riscaldamento radiante. Quando gli interventi vanno così a fondo, modificando il massetto e gli impianti, occorre richiedere in Comune i permessi per un intervento di manutenzione straordinaria, un titolo abilitativo come la Comunicazione di Inizio Lavori. Occorre quindi informarsi presso il proprio Comune di riferimento.

Scegliere di rivestire la vecchia pavimentazione

Se l’impiantistica non presenta particolari criticità, si può pensare di rivestire la pavimentazione già esistente, evitando quindi la sua demolizione. Occorre però verificare prima la solidità del pavimento, ovvero lo stato di aderenza delle piastrelle o del parquet al massetto. Fondamentale considerare anche la planarità del vecchio pavimento, vale a dire la regolarità della sua superficie, nonché anche le quote delle porte e delle portefinestre. In alcuni casi potrebbe rivelarsi necessario apportare dei cambiamenti e degli adeguamenti degli infissi. Un serramentista dovrà rimodulare le quote delle porte, tenendo conto della sovrapposizione in progetto. Questi interventi sono piuttosto leggeri nella loro realizzazione e non richiedono un particolare impegno economico. Rivestire la vecchia pavimentazione presenta diversi vantaggi, dal momento che:

  • Si eliminano i costi di demolizione e di smaltimento della vecchia pavimentazione
  • Si accorciano di molto le tempistiche dell’intervento
  • Si riducono sensibilmente i rumori in sede di cantiere
  • In genere, non c’è l’obbligo di aprire apposite pratiche burocratiche

Per gli appassionati di vintage e di interior design d’altri tempi c’è anche un’altra opportunità. Un pavimento potrebbe essere restaurato da un abile piastrellista. Il vecchio pavimento fuori moda della nonna potrebbe rivelare delle potenzialità inespresse. L’occhio esperto di un Interior Designer potrebbe suggerirci come reinterpretarlo in modo nuovo, fantasioso e originale.

Le soluzioni sono molte, non c’è una risposta universalmente valida per ogni caso. Considerazioni valide sui costi e sui benefici possono essere fatte solo avvalendosi di tecnici esperti, che sanno valutare la specificità di ogni intervento. Ogni casa ha la sua storia. Chi la abita ha necessità e aspirazioni sempre nuove. Per questo Domidea crea un filo diretto tra chi la casa la progetta e chi la abita. Se stai pensando di ristrutturare la tua casa, contattaci per fissare un sopralluogo gratuito e senza impegno.

Lascia un commento

Ultime dal nostro blog